giovedì 16 gennaio 2014

di tutto, di niente

Sono giorni dilatati, si ripetono, si incastrano nei percorsi che potrei tracciare a occhi chiusi. Sono giorni senza dormire, sembrano lunghissimi anche per quello, eppure passano senza chiedere il permesso, hanno dimenticato di avere un profumo, ma hanno l'odore e il conforto del cibo cucinato.
Hanno pensieri per le persone e desideri e nostalgie.
Pensieri scritti, concentrati, digitati, al posto di parole inzuppate nel tè.

Nessun commento: